L’ACCOGLIENZA ALLA SCUOLA DELL'INFANZIA! - TORRECUSO CAPOLUOGO

L'amico speciale Elmer con i bambini della scuola dell'Infanzia di Torrecuso!

Il periodo dedicato all’accoglienza iniziale facilita il processo di “separazione” dall’adulto di riferimento e fortifica il processo di “distanziamento” che è condizione fondamentale e propedeutica all’avvio del processo di socializzazione. L’inserimento del bambino è un momento fondamentale che deve essere vissuto con serenità anche dalla famiglia, quindi è opportuno che la mamma o l’adulto di riferimento gli trasmetta la propria fiducia e lo aiuti ad affrontare questo delicato momento di passaggio ad una vita più autonoma. I bambini di 4 e 5 anni sono tornati con i loro meravigliosi sorrisi e con tanta voglia di vivere tante esperienze nuove. Per i nuovi inseriti è stato tutto più difficile. Per fortuna hanno avuto la presenza della loro mamma per i primi quattro giorni! L’ingresso nella scuola dell’Infanzia significa, per il/la bambino/a entrare in una Comunità, in una micro-società che, per esistere come tale, ha bisogno di darsi e osservare delle regole di comunicazione e di convivenza. L’acquisizione di regole e la scoperta della loro valenza positiva è una conquista che ha bisogno di tempo, il tempo che scandisce la costruzione di un’identità individuale e sociale. Una Scuola che sa accogliere è una Scuola capace di organizzare spazi tempi materiali/giochi/sussidi  stili relazionali per mettere a proprio agio il/la bambino/a che la incontra, soprattutto quando la incontra per la prima volta.

Il periodo dedicato all’accoglienza e all’inserimento non scandisce solo l’inizio dell’anno scolastico, ma costituisce l’essenza dell’esperienza educativa e delle relazioni, il presupposto di tutto il cammino scolastico.

Per questo motivo la scuola dell’Infanzia ogni anno presenta il cosiddetto “PROGETTO ACCOGLIENZA”. Questo progetto di solito si affianca ad un personaggio. Quest’anno l’Infanzia di Torrecuso Capoluogo ha scelto la storia di “Elmer, l’elefante variopinto” di David McKee. In questo libro il colore diventa sinonimo di diversità e la diversità è ciò che rende speciale il nostro amico. Con questa storia vogliamo insegnare ai nostri piccoli alunni che essere diversi ci rende speciali, che è una forza e non una debolezza. Questo simpatico elefantino ci accompagnerà fino alla fine dell’anno!

 La responsabile di plesso

Gravano Cosimina

KCloud WebTV // il tuo canale in streaming sulla nuvola!
Giovedì, 2 Dicembre, 2021 - 13:18