LA PUBBLICITA' AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

Prima fase: #IORESTOACASA consigli utili per acquisti e servizi

Gli alunni delle classi quinte della Scuola Primaria di Ponte, in questo periodo di didattica a distanza, hanno approfondito il testo informativo. Il testo pubblicitario li ha particolarmente coinvolti e incuriositi per la molteplicità di forme espressive: dal linguaggio iconico a quello verbale, musicale e gestuale. 

All'inizio della diffusione del Coronavirus molte cose sono cambiate, per i consumatori tanto quanto per i produttori e i brand (slogan, nome, logo, comunicazione). Da un lato, non potendo uscire di casa ed essendo in isolamento, i consumatori hanno mutato le loro abitudini, dall'altro molte aziende hanno dovuto ripensarsi, reagendo con immediatezza alle esigenze imposte dal periodo, per contrastare l'emergenza Coronavirus.

Se produzione e consumo di prodotti e servizi si sono trasformati in risposta delle problematiche attuali, non potevano che adeguarsi anche le comunicazioni (personali e aziendali), nelle forme quanto nel contenuto: la pubblicità ai tempi del Coronavirus, così, è inevitabilmente cambiata.

In un primo momento sono stati davvero pochi i brand in Italia a realizzare campagne pubblicitarie adatte al momento sociale attuale, con il prolungarsi delle settimane, sono invece aumentati.

I bambini hanno preso spunto dagli spot pubblicitari e hanno inventato e prodotto spot e video per ricordare la prima fase del lockdown che gli italiani hanno dovuto affrontare e vivere durante l'emergenza sanitaria del Covid-19.

Gli alunni e i docenti delle classi quinte sez. A e B - Primaria Ponte,

con la straordinaria collaborazione, per il montaggio video, della maestra Messuti Antonella.

Lunedì, Maggio 18, 2020 - 08:30
KCloud WebTV // il tuo canale in streaming sulla nuvola!
Lunedì, Luglio 6, 2020 - 03:17